“Blues notes in Alatri” L’anima del blues negli scatti di Mario Rota

header_festival_blues1
“Blues notes in Alatri” L’anima del blues negli scatti di Mario Rota
«Chi non ama il blues ha un buco nell’anima», si legge sul muro di un vecchio negozio di dischi del Mississippi. Il fotografo bergamasco Mario Rota, dal 19 luglio inaugurerà la personale Blues Shots. Nei suoi scatti si ripercorreranno le emozioni e i momenti salienti di concerti di musica blues. Nelle sue fotografie Rota ha immortalato il miracolo del blues, che gli afroamericani hanno regalato al mondo come dono meraviglioso capace di guarire l’anima. La stessa anima che, secondo una leggenda, Robert Johnson vendette al diavolo in cambio di una superba maestria nel colpire al cuore la gente col suo blues. Che ha dato voce alla rabbia e ha riempito di speranza la malinconia degli oppressi. Che canta di amori disperati, di whisky, di contrabbando, di dadi, di coltelli e chitarre suonate con colli di bottiglia. Che è un’infinita e struggente canzone d’amore: l’amore tradito, l’amore di una notte. Il blues è rabbia e dolcezza.

Fino al 21 luglio – Alatri – Festival Blues “Blue Notes in Alatri”.

Chi è Mario Rota Continua a leggere

Annunci

Presentata la seconda edizione “Blue Notes in Alatri” in programma dal 19 al 21 Luglio


Presentata la seconda edizione “Blue Notes in Alatri” in programma dal 19 al 21 Luglio
Sì è tenuta oggi (16 Luglio 2013), presso la Biblioteca comunale Luigi Ceci di Alatri alla presenza del consigliere delegato alla Cultura Carlo Fantini, del responsabile amministrativo alla Cultura Antonio Agostini, di Walter Fontana amministratore unico di Mediatica srl e di Fabio Bricca uno dei coordinatori della rassegna Blues ad Alatri, la conferenza di presentazione del Blue Notes, la seconda edizione della manifestazione musicale che si terrà ad Alatri dal 19 al 21 luglio con ospiti di caratura internazionale.

Il programma della kermesse, lo ricordiamo, prevede tre concerti assolutamente da non perdere che inizieranno tutti alle ore 22:00. Venerdì 19 luglio si inizia con l’Oracle King Blues Band: “we play the blues for you”, noi suoniamo il blues per te, questo il motto di un artista e della sua band pronti a farvi vivere una serata di intense emozioni e sonorità trascinanti. Sabato 20 luglio sul pacco in Piazza Santa Maria Maggiore salirà Pippo Guarnera con la sua Blues Band, accompagnati dal batterista Vince Vallicelli: in attività già dagli anni ’70, Pippo Guarnera viene, a ragion veduta, considerato uno dei più forti ed appassionati pianisti ed hammondisti del panorama italiano ed internazionale. Il gran finale è previsto per domenica 21 luglio, quando gli spettatori di “Blue Notes” saranno pronti ad applaudire Denise King ed Olivier Hutman, i quali saranno accompagnati proprio da Massimo Manzi alla batteria ed Andrea Ambrosi al basso. Denise King… “Born To Sing”: nata per cantare, così è titolata la biografia sul proprio sito ufficiale. Da Philadelphia sino ad Alatri, accompagnata dal pianista, arrangiatore e compositore francese di jazz Olivier Hutman, per una notte all’insegna delle melodie e delle sonorità più calde e raffinate.

Ma sono state tante le novità illustrate dal delegato alla Cultura Carlo Fantini: “Oltre all’ampliamento della rassegna con un punto di accoglienza e un palco al “girone” dove si suonerà dalla 20.30 sino al concerto dei big in piazza, vi sarà una importante mostra fotografica curata da un professionista, Mario Rota, specializzato in fotografia di concerti blues. Rota è, inoltre, uno degli animatori del sito nazionale sul “Blues made in Italy”. Le foto saranno accompagnate da cartelli didascalici e introduttivi degli aspetti culturali della musica blues. L’offerta si completerà con la proiezione in biblioteca di film e documentari sul blues il venerdì e la domenica dalle ore 18.30 in biblioteca. Il sabato, invece, sarà presentato il libro “Il Blues” di Vincenzo Martorella, edito da Enaudi. Un evento che non si limita, dunque, a semplici concerti ma tende a dare uno sguardo sul blues più ampio e tende a mettere Alatri al centro della vita artistica e culturale della nostra provincia”.

Comunicato Stampa a cura di Riccardo Strambi